Login or Register to make a submission.

Submission Preparation Checklist

As part of the submission process, authors are required to check off their submission's compliance with all of the following items, and submissions may be returned to authors that do not adhere to these guidelines.

  • The submission has not been previously published, nor is it before another journal for consideration (or an explanation has been provided in Comments to the Editor).
  • The submission file is in OpenOffice, Microsoft Word, or RTF document file format.
  • Where available, URLs for the references have been provided.
  • The text is single-spaced; uses a 12-point font; employs italics, rather than underlining (except with URL addresses); and all illustrations, figures, and tables are placed within the text at the appropriate points, rather than at the end.
  • The text adheres to the stylistic and bibliographic requirements outlined in the Author Guidelines.

Author Guidelines

Accettazione dei contributi
i contributi inviati alla rivista verranno sottoposti all’esame di due referee e potranno essere, se il loro parere è sfavorevole, rinviati all’autore.

Norme generali

l’argomento e la lunghezza di qualsiasi contributo va concordata con il direttore scientifico della rivista. con la sola eccezione delle recensioni e degli articoli brevi, ogni scritto deve essere accompagnato da un breve abstract (in lingua italiana e in lingua inglese) di circa cinque righe (500 caratteri), in cui vengano enunciati sinteticamente gli obiettivi di quel contributo.

i testi vanno inviati su dischetto, fornendo sempre anche una versione stampata esattamente corrispondente a quella fornita su dischetto. È preferibile ricevere testi salvati in formato rtF oppure in un formato Word per Windows, anche se occorre sempre indicare il programma utilizzato. È possibile inviare i contributi per e-mail al seguente indirizzo: cambi@unifi.it

Norme particolari

se possibile i testi vanno divisi in paragrafi numerati e titolati o numerati.

si raccomanda di numerare le pagine con cifre arabe e di rientrare ad ogni capo- verso utilizzando il comando corrispondente (es.: «paragrafo, speciale, prima riga, rientra di 1,25 cm», in Word).

per i corsivi occorre servirsi dell’apposita opzione offerta da tutti i wordprocessor,evitando la sottolineatura.

si raccomanda anche il rispetto delle seguenti convenzioni: p. e pp. (non pag. o pagg.); seg. e segg. (e non s. e ss.); cap. e capp.; cit.; cfr., vol. e voll.; n. e nn.; [N.d.a.] e [N.d.t.]. cit. andrà in tondo, mentre et. al., ibidem, passim, supra e infra in corsivo.

le virgolette da utilizzare sono quelle basse a sergente «......».

Nell’uso dei trattini occorre distinguere tra quelli di media lunghezza, che assu- mono il significato di una parentesi (es.: aspetto – si dirà – non nuovo) e quelli che si usano come trait d’union, che sono brevi (es.: in-sé, 1970-1972, ruolo-chiave).

Citazioni

di ogni citazione da opere di cui esiste una traduzione italiana va rintracciata e riportata la traduzione esistente. Qualora lo si ritenga necessario – soprattutto per i classici – è opportuno aggiungere dopo il titolo, tra parentesi, la prima edizione dell’opera. es.: J. dewey, Democrazia e educazione (1916), trad. it., Firenze, la Nuova italia, 1949.

le citazioni vanno indicate tra virgolette basse a sergente «......». le citazioni presenti all’interno della citazione vanno indicate con virgolette in apice singolo: «......’......’......». le omissioni all’interno delle citazioni vanno indicate con tre pun- ti tra parentesi quadre [...].

Note

le note – che devono sempre essere create con il comando corrispondente (es.: «inserisci note», in Word) – vanno numerate progressivamente dall’inizio alla fine del testo.

per le citazioni si prega di seguire le seguenti indicazioni:

  1. a)  Opere citate per la prima volta:
    es.: F. cambi, Storia della pedagogia, roma-bari, laterza, 20018 (dove l’esponente indica il numero dell’edizione), p. 249 (oppure pp. 185-186).

  2. b)  Opere già citate in precedenza:
    es.: c. betti, L’Opera Nazionale Balilla e l’educazione fascista, cit.
    si usa idem (id.) quando, in una stessa nota, si citano più testi dello stesso autore. es.: l. trisciuzzi, Il mito dell’infanzia dall’immaginario collettivo all’immagine scientifica. Analisi critica della psicologia dell’educazione contemporanea, Napoli, liguori, 1990 e id., Elogio dell’educazione, pisa, ets, 1995.
    si usa ibidem per indicare la stessa opera, citata nella nota immediatamente precedente, anche se non alle stesse pagine, purché nelle due note in questione venga indicata una sola opera e non vi sia possibilità di confusione. es.: G. Federici vescovini, «Arti» e filosofia nel secolo XIV. Studi sulla tradizione aristotelica e i «moderni», cit., p. 223. Ibidem, p. 207.

  3. c)  Saggi pubblicati in curatele:
    es.: s. Ulivieri, Storia della pedagogia, in F. cambi, p. orefice, d. ragazzini (a cura di), I saperi dell’educazione. Aree di ricerca e insegnamento universitario, Firenze, la Nuova italia, p. 156 (oppure pp. 149-189).

  4. d)  Saggi pubblicati in riviste:
    es.: e. catarsi, Riforma dell’università e professioni socio-educative, in «studi sulla formazione», 2, 2000.

  5. e)  Indirizzi Internet:

    Gli indirizzi internet vanno citati indicando il riferimento per esteso con la data dell’ultima consultazione effettuata (es.: http://www.liberliber.it/biblioteca/riviste/ studistorici/index.html, ultima consultazione 10 gennaio 2000). se possibile indicare anche l’autore, il titolo della pagina e la data di creazione.

Recensioni

l’autore delle recensioni va collocato – in corsivo – alla fine del contributo. il te- sto recensito va posto in testa alla recensione, con l’indicazione dell’autore, del titolo dell’opera, del luogo di edizione, della casa editrice e dell’anno di pubblicazione.

le eventuali citazioni presenti nelle recensioni vanno incorporate nel testo tra parentesi tonde, evitando l’uso delle note; lo stesso vale per gli eventuali riferimenti bibliografici, dopo il titolo, tra parentesi, la prima edizione dell’opera. es.: J. dewey,Democrazia e educazione (1916), trad. it., Firenze. la Nuova italia. 1949.

Privacy Statement

The names and email addresses entered in this journal site will be used exclusively for the stated purposes of this journal and will not be made available for any other purpose or to any other party.