Vol. 3 No. 1 (2014)
Historical Pills

Evangelista Torricelli: great discoveries and self-censorship

Published June 27, 2014
How to Cite
Toscano, F. (2014). Evangelista Torricelli: great discoveries and self-censorship. Il Colle Di Galileo, 3(1), 31-46. https://doi.org/10.13128/Colle_Galileo-14646

Abstract

Massimo allievo di Galileo e suo erede nella qualità di «Matematico del granduca di Toscana», Evangelista Torricelli è stato una figura centrale della scienza seicentesca per la vastità e l’importanza dei lavori da lui condotti in ambito fisico e matematico. Il suo risultato più noto è l’invenzione del barometro a mercurio, lo strumento che ancora oggi fornisce il metodo più accurato per misurare la pressione atmosferica, grazie a un ingegnoso e semplice esperimento che servì anche a evidenziare per la prima volta l’esistenza del vuoto in natura. In seguito, tuttavia, Torricelli non volle partecipare alla disputa filosofica sul vuoto innescata dalla sua grande scoperta, bensì scelse di autocensurarsi per il timore di subire dalla Chiesa romana una condanna per eresia analoga a quella inflitta a Galileo. Del resto, convinto copernicano, egli si sottrasse sempre anche dal dibattito cosmologico, pur non avendo mai abbandonato il giovanile interesse per l’astronomia.

Metrics

Metrics Loading ...